catalogo

Quel giorno a Buggerru

Quel giorno a Buggerru

Romano Ruju

Quel giorno a Buggerru


Tascabili-Teatro
2004

96 pp.



Dramma in due atti a sfondo storico, Quel giorno a Bugerru (1970) rievoca lo sciopero dei minatori sardi tragicamente represso con le armi nel settembre del 1904. Il malcontento dei lavoratori - costretti a condizioni di vita disumane - è sorto sul regime di assoluta libertà nel quale operano le società minerarie straniere. Nel ritmo serrato dei dialoghi dei personaggi Ruju restituisce tutta la fragilità del rapporto fra i minatori e una classe padronale che vuole dominare sempre, su tutto e fino in fondo. Ma l’arma del ricatto sociale e psicologico, che consente ai “carnefici” di tener saldo il loro equilibrio, ha pure in sé i germi della ribellione. Il senso di profondo disagio che invade i minatori culmina nella rivolta ma il compimento è il definitivo drammatico atto dell’eccidio: che sopprime la ribellione. Il tragico epilogo dei fatti di Buggerru, reso da Ruju con grande suggestione lirica, resta una delle pagine più oscure della storia civile italiana.



ISBN: 978-88-86109-84-0



Romano Ruju (Nuoro 1935-1974) E' stata una singolarissima figura d'intellettuale e scrittore dei primi anni Settanta. Poeta, romanziere e drammaturgo, per lunghi anni ha collaborato con quotidiani e riviste letterarie, con scritti e articoli improntati ad impegno politico e letterario. Tra le sue opere ricordiamo il romanzo autobiografico d'esordio Il salto nel fosso (1967), il testo teatrale in due atti Su Connottu (1972), la raccolta poetica postuma La danza dell'argia (1975).



top




top