catalogo

Su connottu

Su connottu

Romano Ruju

Su connottu


Tascabili-Teatro
2008

103 pp.



E' l’aprile 1868 e Nuoro è sconvolta dalla sommossa popolare. Contadini e pastori, uniti nella ribellione, protestano contro la volontà del Consiglio Comunale che, ispirandosi alla Legge delle Chiudende, vuole privatizzare le terre pubbliche. «A su connottu» è il grido che scandisce la rivolta, e da cui prende spunto il titolo del dramma in due atti di Romano Ruju. è il grido di chi - di fronte a un avvenire preoccupante - difende con forza la “consuetudine” (il connottu, appunto) di un tempo non lontano, invocando il ritorno al sistema comunitario di gestione delle terre. Nell’alternanza di documenti inediti, brani di relazione, versi in sardo e in italiano, mescolati nell’invenzione d’autore, passa la forza di un’opera drammatica che dà voce agli oppressi, un canto tragico, fra ballata popolare e requisitoria politica.



ISBN: 978-88-89801-51-2



Romano Ruju (Nuoro 1935-1974) E' stata una singolarissima figura d'intellettuale e scrittore dei primi anni Settanta. Poeta, romanziere e drammaturgo, per lunghi anni ha collaborato con quotidiani e riviste letterarie, con scritti e articoli improntati ad impegno politico e letterario. Tra le sue opere ricordiamo il romanzo autobiografico d'esordio Il salto nel fosso (1967), il testo teatrale in due atti Su Connottu (1972), la raccolta poetica postuma La danza dell'argia (1975).



top




top