catalogo

Una luce passeggera

Una luce passeggera

Aldo Tanchis

Una luce passeggera


Narrativa
2008

107 pp.



Sardegna, secondo dopoguerra. Dall’alto di una roccia un uomo a cavallo considera l’altipiano coperto di neve che sta per attraversare. Deve recuperare il suo bestiame rubato. Eolo sa già cosa succederà: la marcia faticosa, il deserto di neve e ghiaccio, i rari incontri con uomini diffidenti che potrebbero aiutarlo oppure sviarlo. Ma Eolo scruta anche il proprio passato: la guerra combattuta in Etiopia, l’inseguimento di una carriera coloniale, le ambizioni e disillusioni… Passato e presente si condensano nella figura di Liliana, forte ragazza emiliana. Insieme a lei Eolo ha vissuto il campo di concentramento, l’amaro ritorno in patria dall’Africa sulle navi bianche, la dura vita in un villaggio sardo. Sardegna ed Etiopia, guerra e caccia ai ladri di bestiame, amore e disamore s’intrecciano e si fondono in un perenne inseguimento, un ingranaggio inesorabile che metterà Eolo di fronte a se stesso.



ISBN: 978-88-89801-39-0



Aldo Tanchis è nato in Sardegna e vive a Milano. Nel 2001 è uscito il suo primo romanzo, Pesi leggeri, per Il Maestrale; seguito da L’anno senza estate (Il Maestrale 2005). Ha scritto per il cinema (Pesi leggeri, La volpe e l’Ape, Storie di pugili) e l'operetta Il brutto anatroccolo musicata da Giorgio Gaslini nel 1997. Ha firmato anche alcuni saggi sull’arte contemporanea: L'arte anomala di Bruno Munari (Laterza 1981); Bruno Munari, edito nel 1986 in Italia, USA, Inghilterra e Francia; Lo sguardo inquieto (Delfino 2004), dedicato ai grandi caricaturisti del XX secolo.



top




top