catalogo

Muni Rosa del Suf

Muni Rosa del Suf

Francesco Cucca

Muni Rosa del Suf


Narrativa
1996

223 pp.



Il giovane europeo Lakhdar, giunto in Africa per lavoro, decide di lasciarsi alle spalle il passato, di rinunciare ai costumi occidentali e abbracciare l'universo mussulmano. Comincia così una nuova vita, avventurosa ed errabonda, in un palcoscenico cosmopolita.



ISBN: 978-88-86109-14-8



Francesco Cucca (Nuoro 1882 Napoli 1947). Orfano di padre e di madre, già da piccolo fu servo pastore a Fonni, minatore e garzone di cantina a Iglesias. Dopo la Sardegna partì per l’Africa dove visse per quasi trentasette anni (dal 1903 al 1939) e dove lavorò, spostandosi continuamente fra Algeria, Tunisia e Marocco. Fu Anticlericale, anticolonialista, antinterventista e frequentò gli ambienti più caldi dell’anarchismo internazionale, stringendo rapporti col movimento tunisino capeggiato allora dal medico calabrese Niccolò Converti e dal rivoluzionario Ettore Sottovia, direttore dell’”Unione di Tunisi”.

Il poeta barbaricino  si avvicinò da rumi all’islamismo e iniziò a vivere, a parlare e a vestire come gli arabi. In terra africana da autodidatta iniziò a studiare pazzamente e a cimentarsi con l’arte letteraria. Scrisse I racconti del gorbino (novelle 1909), le Veglie beduine (liriche 1912), Muni Rosa del Suf (romanzo 1903-1912), le Galoppate nell’Islam (racconti di viaggio 1922), Algeria, Tunisia, Marocco(prezioso saggio anticolonialista). Morì a Napoli nel giugno del 1947, in povertà e solitudine.



top




top