catalogo

Il paese dei Pescidoro

Il paese dei Pescidoro

Luca Ciarabelli

Il paese dei Pescidoro


Narrativa
2009

190 pp.



Villatiferno è un piccolo paese incastrato negli Appennini dell’Italia centrale, sospeso fra realtà e immaginazione. È noto come «il paese dei Pescidoro», dal nome della famiglia nobile e terribile che ne ha scritto la storia fin dal Medioevo. A Villatiferno, passato, presente e futuro si mescolano tanto da confondersi. I suoi abitanti vivono in una quotidianità stagnante, sprofondati nel conformismo, in ossequio alle regole del potere costituito. Fa eccezione Cornelio Persico, nato in Argentina da Gustavo Ramiro, emigrato italiano ripiovuto in patria col bambino e il dolore sudamericano di una donna da dimenticare. Del grigiore paesano Cornelio non ha nulla: a partire dalle sue assurde camice floreali, fino al progetto di uno spettacolo teatrale che esca dalle solite rappresentazioni religiose. Folgorato dalla visione di Via col vento nel piccolo cinema del paese, Cornelio desidera farne una trasposizione drammatica. Sembra una cosa innocua, però i potenti di Villatiferno iniziano a vedervi un pericolo, quello della forza delle idee, per quanto pacifiche, e della sedizione dell’arte. Il progetto naufraga ma non nella mente del giovane, che non smette di pensare anche quando verrà internato nel palazzo storico dei Pescidoro, rifatto a manicomio e addolcito col nome di «Albergo». E infatti è solo l’inizio di un’avventura fra le stravaganze dei pazienti del manicomio, tentativi di fuga, amori… fino a una conclusione sorprendente. Cornelio è un irriducibile della autodeterminazione individuale. A tal punto che questo nuovo romanzo di Ciarabelli diviene il racconto di una libertà, l’elogio della diversità contro le omologazioni dei regimi totalitari, palesi e occulti.



ISBN: 978-88-64290-00-3



LUCA CIARABELLI (Città di Castello, 1971), diplomatosi geometra, ha abbandonato la carriera prima ancora di iniziarla, dedicandosi a questioni di rango inferiore come studiare filosofia e viaggiare. Si è specializzato nel frattempo facchino e correttore di bozze, operaio metalmeccanico e interprete. Vive ormai da anni nella nobile città di Ravenna, e a volte in quella meno nobile di Puerto Angel, Messico. Ha esordito con Il bambino che fumava le prugne (Il Maestrale 2008), riscuotendo successo di pubblico e critica. Il paese dei Pescidoro è il suo secondo romanzo (Il Maestrale 2009).



top

Recensioni

3 mar 2010 - Affari Italiani | Ariela Baco


17 gen 2010 - Domenicale - Il Sole 24ore | Giovanni Pacchiano


20 dic 2009 - Corriere della Sera | Giorgio De Rienzo


12 dic 2009 - D-Repubblica | Antonella Fiori


11 dic 2009 - sugarpulp.it | Mario Favini


27 nov 2009 - Qui | Silvia Manzani


26 nov 2009 - Ravenna & Dintorni | Giulia Montanari


22 nov 2009 - Corriere del Giorno | Silvano Trevisani

top

Interviste


top