catalogo

Il vecchio schiavo e il molosso

Il vecchio schiavo e il molosso

Patrick Chamoiseau

Il vecchio schiavo e il molosso


Tascabili-Narrativa
2005

150 pp.



a cura di Paola Ghinelli

Un uomo corre attraverso la Martinica. è un vecchio - ma nessuno sa dire quanti anni ha - un vecchio schiavo taciturno che ha passato la sua intera, anonima esistenza in una piantagione di canna da zucchero. Ma ora fugge, e il Padrone si mette sulle sue tracce con un molosso feroce, allevato per sbranare gli schiavi, incattivito dal lungo viaggio per mare, stivato sul vascello negriero. La corsa del vecchio schiavo, scandita da un ritmo che segna la conquista della consapevolezza di sé, diviene un’escursione del passato martinicano. È una corsa mozzafiato - resa per accumulazione d’immagini che si alimentano d’invenzioni linguistiche inesauribili - che porterà il vecchio marron ad affrontare la vita come un “guerriero”: senza aggressività ma attento a ciò che lo circonda, aperto alla relazione. Il testimone sarà preso dal tracciatore di parole, alter-ego dell’autore, cui il nodo di memorie delle genti caraibiche ditta dentro impetuoso.



ISBN: 978-88-86109-89-5



Patrick Chamoiseau è nato nel 1953 a Fort-de-France (Martinica) dove lavora come assistente sociale per il reinserimento degli ex carcerati. Da sempre interessato in modo quasi etnografico alle forme culturali martinicane in via d’estinzione, considera la memoria e il radicamento nel passato come il punto di partenza per uno slancio verso il mondo futuro. La lingua in cui scrive i suoi romanzi si rifà a strutture grammaticali, suoni e concetti della lingua creola. Texaco (1992), il suo terzo romanzo, ha vinto il prestigioso Premio Goncourt, regalando fama internazionale al suo autore. La sua opera, molto ricca anche dal punto di vista delle intersezioni con i più diversi generi letterari, mostra spesso percorsi di sopravvivenza in una realtà dominata. Di Patrick Chamoiseau sono pubblicati in italiano: Cronaca delle sette miserie (Serra e Riva 1991), Texaco (Einaudi 1994; Il Maestrale 2004), Solibo Magnifique (Einaudi 1998), e il saggio scritto in collaborazione con Jean Bernab e Raphael Confiant, Elogio della creolità (Ibis 1999).



top




top