catalogo

L'ultimo pugno di terra

L'ultimo pugno di terra

Filmpraxis - Quaderni della Cineteca Sarda

L'ultimo pugno di terra

Il film di Fiorenzo Serra sulla Rinascita (n. 6 - 2014)

Filmpraxis
2014

224 pp.



Libro + DVD

a cura di Giuseppe Pilleri e Paola Ugo

 

 

La storia del film L’ultimo pugno di terra inizia alla fine degli anni Cinquanta, quando Fiorenzo Serra avverte l’esigenza di dare il suo contributo al progetto di Rinascita della Sardegna. Nel giugno del 1964 il film viene proiettato alla Giunta Regionale a Cagliari che però si esprime per una sua revisione. Il regista lo modifica e lo presenta ultimato nel gennaio 1966, quando l’amministrazine regionale lo approva. In questo volume, grazie ai contributi di studiosi competenti e appassionati, è possibile ripercorrere i momenti significativi e controversi della realizzazione de L’ultimo pugno di terra e riconoscere il grande valore artistico e documentario del film per la nostra isola. Il film è stato restaurato dalla Regione Sardegna, a cura della Società Umanitaria - Cineteca Sarda. I 2 dvd di questa pubblicazione restituiscono al pubblico le diverse versioni del film realizzate da Fiorenzo Serra.


Contributi di: Giuseppe Pilleri, L’avventurosa storia de L’ultimo pugno di terra. – Antioco Floris, Nelle ombre del tempo. L’ultimo pugno di terra e il cinema di Fiorenzo Serra. – Paola Ugo, L’ultimo pugno di terra: la memoria audiovisiva negli archivi. – Gianni Olla, Il vero e il falso L’ultimo pugno di terra: confronti tra le versioni sullo sfondo della mitologia della Rinascita. – Laura Pavone, Il restauro de L’ultimo pugno di terra. – Maria Margherita Satta, Suggestioni antropologiche nell’opera di Fiorenzo Serra. – Simonetta Serra, Parlate di me stasera. – Appendice. Intervista a Giuseppe Pisanu, a cura di Gianni Olla e Antonello Zanda. – Contenuti speciali del dvd a cura di Micol Raimondi.

 

Fiorenzo Serra (Porto Torres 1921 – Sassari 2005). Studia Scienze Naturali all’Università di Firenze, negli stessi anni scrive soggetti e sceneggiature per il Cineguf fiorentino, e gira una pellicola a soggetto (La barca sul fiume) di ispirazione pre-neorealista. Dopo una breve parentesi come assistente universitario a Pisa, rientra in Sardegna per dedicarsi all’attività cinematografica. Dal 1948 al 1984 gira sessantasei film, in gran parte dedicati alla cultura tradizionale sarda. Il suo lavoro di documentarista gli vale numerosi riconoscimenti – tra i quali il premio Agis al Festival dei Popoli del 1966 per L’ultimo pugno di terra – e una vasta circuitazione delle sue opere all’estero, negli istituti di cultura, nelle rassegne di antropologia visuale e nelle sale cinematografiche. Autonomo dalle strutture produttive del cinema professionale, Fiorenzo Serra a partire dagli ’60 alterna l’attività di regista a quella di preside dell’Istituto d’Arte di Nuoro e poi di Alghero.



ISBN: 978-88-6429-155-0



I Quaderni raccolgono la testimonianza dell'attività svolta dalla Società Umanitaria - Cineteca Sarda nella prospettiva di una comprensione concreta del rapporto che intercorre tra il pubblico e gli strumenti audiovisivi. Si propongono perciò di rappresentare anche uno strumento di confronto e di riflessione per tutti i soggetti che organizzano trame culturali, nel contesto degli sviluppi metodologici e tecnologici della comunicazione audiovisiva e dentro i processi di maturazione e di consapevolezza di un nuovo pubblico. Essi sostengono pertanto la formazione, la diffusione e l'incontro delle esperienze che si sviluppano in Sardegna e in campo nazionale e internazionale.

top




top