catalogo

I miei canti

I miei canti

Alessandro Catte

I miei canti

Storia e spartiti della coralità di scuola nuorese

FuoriCollana
2014

368 pp.



Erede e attuale esponente della coralità sarda di scuola nuorese, Alessandro Catte ne ricostruisce in questo libro le vicende ufficiali e quelle sotterranee, passando in rassegna i protagonisti (voci, compositori, musicisti, poeti) di questo nuovo corso della polifonia sarda iniziato negli anni Cinquanta del Novecento, esemplificandolo con corredo di spartiti attraverso i brani più celebri: da A s’andira a Sa còzzula, da Deus ti salvet Maria a Su perdonu, da Adios Nugoro amada a Non potho reposare. Un percorso collettivo e personale insieme, dove il «miei» del titolo abbraccia il senso d’appartenenza ai «canti» tradizionali e l’invenzione da parte di Catte di «canti» nuovi, prosecuzione e rigenerazione di quelli tradizionali. I miei canti è un libro versatile: racconto storico, memoria, utile al semplice curioso, al cultore e al professionista della coralità che trova qui un repertorio di ben 50 partiture. Corredano il volume immagini che ritraggono luoghi e volti di questa avventura moderna ma ormai storica della musica vocale sarda.

 

 

Indice: Prefazione di Marco Lutzu. – Prefazione di Bepi De Marzi. – Parte prima. Percorsi di memoria. – Gli inizi. – Gli anni Cinquanta. – Gli anni Sessanta. – Gli anni Settanta. – Gli anni Ottanta. – Gli anni Novanta. – Gli anni Duemila. – Il Coro Ortobene. – Parte seconda. I miei canti. – Il coro Ilune. – Note biografiche sui poeti. – Appendice. Quell’Ave Maria. Un ritratto di Antonietta Chironi. – Biografia



ISBN: 978-88-6429-152-9



Alessandro Catte (Nuoro 1969), cantante e compositore, inizia il suo percorso artistico nel 1985 entrando a far parte del Complesso vocale di Nuoro, diretto da Franca Floris. Nel 1987 si iscrive alla Scuola Civica cittadina nella classe di canto artistico, sotto la guida di Antonietta Chironi, e nel 1990 inizia gli studi di composizione, seguito dal maestro Antonio Costa. Si diploma in canto nel 1992, al conservatorio Luigi Canepa di Sassari, dove nel 1993 consegue anche il quarto anno di Armonia e contrappunto. Nel 1990 è chiamato a dirigere il Coro Ortobene di Nuoro, col quale inciderà diversi cd contenenti suoi brani inediti (Prena sa nott’e crarore 1992; Ispadas de sole 1999; Coro Ortobene 2003; Il coro Ortobene incontra Bepi De Marzi e i Crodaioli 2012). Nel 1997 inizia l’esperienza col coro femminile Ilune di Dorgali, che porta nel 2011 al lavoro discografico Plena de grassia. Frattanto avvia una carriera cantautorale, incidendo gli album: Frore galanu (2003), Mamajana (2006), Muidas (2011). Dal 2009 è l’ideatore insieme al Coro Ortobene e il direttore artistico di Canti dall’Ortobene, rassegna tematica che si tiene a Nuoro ogni anno nei mesi di febbraio-marzo (nel 2010 esce in edicola per L’Unione Sarda il cofanetto relativo alla prima edizione della rassegna).

top




top