catalogo

Per assassinarvi - Piacere, siamo spettri

Per assassinarvi - Piacere, siamo spettri


Prefazione di Anna Maria Capraro

Due sillogi diverse per le infinite tonalità di una voce sempre fuori quadro. Nel cartografare un'interiorità cresciuta e lievitata sulla ferita del vivere come nell’innervare la partitura surreale di storie sospese tra la leggerezza di un ordito onirico e la pesantezza del reale. Il fascino della parola impudica e corporea per una poesia non consolatrice, ombra capace di denudare, in drammatici auto da fé, i mostri mai uccisi della notte dell’ego occidentale. I sentieri disattesi del sé, dell’ascolto dell’altro e della vita in una fiamma suo malgrado rigeneratrice tra il mondo e la solitudine assoluta. Nel diagramma di un’opera dove “parole barocche” intrecciano alla sensualità una istintiva intensità concettuale, simboli onirici come grumi di dolore, affondi impietosi nelle faglie del quotidiano, crimini domestici e la violenza della storia. E dopo il circolare viaggio sciamanico della prima silloge il percorso danzato della seconda. Anarchia visionaria di una ballata dove l’intreccio dei versi rende il passo della morte e i colori della vita. Epopea di “chi nasce dal fango dell’antica palude in Campidano”. Poesia come dolore, ma anche indomabile resistenza. 

ISBN: 978-88-6429-179-6



SAVINA DOLORES MASSA nasce a Oristano. Scrittrice di narrativa, poesia, testi teatrali. È tra i fondatori della compagnia di spettacolo Hanife Ana teatro jazz. Ha creato il blog d’arte Ana la Balena. Cura laboratori di scrittura creativa e di propedeutica alla lettura orale. Collabora da anni con il Centro di salute mentale, la Biblioteca comunale e il Centro Servizi Culturali di Oristano. Con Il Maestrale ha pubblicato, oltre ai racconti Ogni madre (2012) e la doppia raccolta poetica Per assassinarvi - Piacere siamo spettri (2016), i romanzi: Undici (2008, nella rosa dei finalisti al premio Calvino 2007); Mia figlia follia (2010; tradotto in Francia); Cenere calda a Mezzanotte (2013); Il carro di Tespi (2016).

top




top