catalogo

Tutte le novelle - Vol. I  (1890-1915)

Tutte le novelle - Vol. I (1890-1915)


Prefazione di Marcello Fois

Nota biografica e bibliografia di Silvia Lutzoni

 

Di Grazia Deledda – scrittrice fra le più controverse e meno comprese del Novecento europeo – si ripropone tutta la produzione novellistica in due volumi.

Questo primo volume contiene le oltre 100 novelle pubblicate in varie raccolte dal 1890 al 1915, disegnando un percorso che inizia con le acerbe prove giovanili e arriva in crescendo ai primi risultati di una compiuta maturità artistica, dove l'arte narrativa della Deledda riserva momenti di sorprendente modernità, che talvolta riesce persino a superare le conquiste della produzione romanzesca.

 

Dalla Prefazione di Marcello Fois:

«Questi racconti sono un catalogo epico di situazioni, un crogiuolo attraverso il quale si sperimenta la resistenza degli impegni stilistici presi e delle parole narrative date. C’è il sociale, il poliziesco, l’erotico, il rosa, l’epico, il realistico e il gotico. C’è una tensione della Lingua come quando – e capita solo ai narratori puri – tutto sembra passare attraverso una condizione naturale anziché attraverso la padronanza di un codice. La scrittura per lo scrittore genetico ha il privilegio di sparire dalla pagina, ogni cosa sembra originata esattamente nel punto in cui si trova: nessuna collocazione, nessuna forzatura. Come in questi straordinari racconti.»



ISBN: 978-88-6429-061-4



Grazia Deledda (Nuoro 1871 - Roma 1936). Appena dotata di un’istruzione elementare, affronta volitiva la strada della scrittura letteraria. Nel 1899 conosce Palmiro Madesani che sposa nel gennaio 1900 e con lui si trasferisce a Roma, dove trascorrerà il resto della sua esistenza. Ai precoci e difficili esordi di fine Ottocento, segue una lunga serie di romanzi e novelle dove l’isola natale è eletta a luogo di ambientazione e oggetto di riflessione antropologica. Il Premio Nobel per la Letteratura (1926), la consacra come una delle voci più alte della narrativa mondiale del Novecento.



top




top