catalogo

La pelle intera

La pelle intera

Giulio Angioni

La pelle intera


Narrativa
2007

209 pp.



Italia, Piemonte, inverno 1944-45: Efis Brau, sardo di diciassette anni, si trova, nemmeno lui sa come, arruolato nelle SS italiane, nella Legione. Cinque anni prima ha passato il mare per studiare dai preti. Anni di libri e refettorio, poi lo sfollamento e ora caduto nelle file di un esercito mezzo tedesco e mezzo italiano. Tutto si scompagina nella testa del ragazzo: lontano dalla sua isola e in un Paese allo sbando, fra repubblichini, lotta partigiana, occupazione tedesca, avanzata anglo-americana. In una notte di gelo, mentre è di sentinella nella scuola requisita a caserma dai tedeschi, Efis vede prigioniero, trascinato in caserma dai suoi commilitoni, un uomo che ha conosciuto durante gli anni di studio. Un evento generatore di altre confusioni, soprattutto quando il giovane si trova per caso a spiare l’atteggiamento amichevole fra il prigioniero e il capitano della Legione, e pensa che le percosse non stanno insieme con le pacche sulle spalle. Ma molto altro non quadra in questi tempi da disfatta in cui Efis si vedrà catturato, fuggiasco, imboscato, per superare un interminabile inverno di guerra, dove non si sa più chi è amico o nemico, dove occorrerà sì salvare la pelle intera ma infine fare una scelta vitale.



ISBN: 978-88-89801-25-5



Giulio Angioni (Guasila 1939 – Settimo San Pietro 2017). Antropologo (Università di Cagliari), narratore, poeta: scrittore totale, maestro per schiere di studiosi e capostipite fra altri della moderna narrativa sarda di respiro internazionale. Come poeta si rivela pubblicamente con Tempus (Cuec 2008) e Oremari (Il Maestrale 2013): poemetti bilingui, in sardo campidanese con versione italiana a fronte. Postuma esce questa grande raccolta delle poesie in italiano: Anninnora.

Fra le sue opere di narrativa nel catalogo Il Maestrale ricordiamo: L’oro di Fraus (1988, 2000), Il sale sulla ferita (1990, 2010, finalista Premio Viareggio 1990), Una ignota compagnia (1992, 2007, finalista Premio Viareggio 1992), Alba dei giorni bui (2005, 2009 - Premio Giuseppe Dessì 2005), La pelle intera (2007); Doppio cielo (2010), Sulla faccia della terra (Il Maestrale/Feltrinelli 2015, Premio Pozzale Luigi Russo 2015). Altri romanzi sono usciti per Sellerio, fra cui: Assandira (2004), Le fiamme di Toledo (2006, Premio Corrado Alvaro 2006, Premio Internazionale Mondello 2006). Della vasta produzione saggistica citiamo: Sa laurera: Il lavoro contadino in Sardegna (Edes 1976, Il Maestrale 2005), Il sapere della mano: saggi di antropologia del lavoro (Sellerio 1986), I pascoli erranti. Antropologia del pastore in Sardegna (Liguori 1989), Fare dire sentire. L’identico e il diverso nelle culture (Il Maestrale 2011).


top




top