catalogo

Versus

Versus

Sergio Atzeni

Versus


Poesia
2008

255 pp.



edizione critica di Giancarlo Porcu

 

L'impegno poetico affianca in Atzeni vent'anni di mestiere narrativo: dal 1976, con la ballata teatrale Quel Maggio 1906, alla disposizione della raccolta battezzata La gallina di Lovicu Lobina nel 1995, poco prima che un'esistenza di soli 43 anni terminasse tragicamente. Questo lascito in versi rappresenta in tre sezioni un percorso di vita e d'arte: rielabora l'antica ballata scenica nella Filastrocca di quando buttavano a mare i tram; stila una storia di viaggio ed esistenziale attraverso il «diario» Mi basta saper suonare a malapena una tarantella; sprofonda negli occhi di Vincent (Van Gogh) con il poemetto Due colori esistono al mondo, il verde è il secondo. Le carte d'autore rivelano per questi materiali un "work in progress" che immette nell'officina d'autore, raccontata in questo volume, e svelano testi non entrati nella raccolta ultima, alcuni dei quali sono qui proposti dopo attenta selezione. Altra passione poetica pluriennale in Atzeni è quella per i brevi componimenti carichi di nonsense della sua terra e della sua città: i muttettus, selezionati dallo scrittore in raccolte artigianali ma soprattutto scomposti e rifatti in pazzi collage chiamati in sardo Žerežas: "ciliegie". Da qui Versus, il titolo che diamo al libro: traduzione in sardo meridionale (campidanese) dell'italiano Versi, pertanto conveniente a una raccolta postuma e, in altra accezione, sintetizzante il poeta-contro: l'esiliato randagio per l'Europa, in fuga da una terra maledetta; cantore di solitudini e compagno di strada del reietto Vincent; cantore anche di storiche rivolte (quella popolare cagliaritana del 1906); poeta-contro, inoltre, per scelte formali, discoste dalla coeva scena poetica italiana e risultanti da una eccentrica ricerca espressiva.

 

 

[il curatore] Giancarlo Porcu (Nùoro 1972). Filologo e critico letterario, ha pubblicato la monografia con edizione critica su Pascale Dessanai (La parola ritrovata. Poetica e linguaggio in Pascale Dessanai, Il Maestrale 2000, segnalazione Premio Deledda); è autore dell'edizione critica dei Racconti con colonna sonora e altri "in giallo" di Sergio Atzeni (2002; 2008); dell'edizione Poesie complete di Peppinu Mereu (2004; 2007; 2010), poeta del quale ha curato anche le Lettere poetiche inedite a Eugeniu Unale (2011). Nel 2008 escono il volume Régula castigliana. Poesia sarda e metrica spagnola dal '500 al '700 e le edizioni critiche di Sergio Atzeni, Versus, e Attilio Deffenu, Scritti giornalistici (1907-1916). In altri studi ha affrontato problemi di critica testuale applicata a testi sardi antichi e moderni (Antonio Cano, Antonio Mura Ena sulle riviste «Horizonte», «Portales» e «Studi e problemi di critica testuale»).



ISBN: 978-88-89801-67-3



Sergio Atzeni (1952-1995) ha vissuto a Cagliari, la sua città, fino al 1987. Dopo gli anni sardi, segnati da intensa attività giornalistica, una manciata di lavori letterari e un romanzo, passa il mare. Viaggia per l’Europa, stabilendosi poi a Torino, con una parentesi sui colli emiliani. Vive otto anni fecondi di scrittura – fra traduzioni, pubblicistica e narrativa – fino alla morte (settembre 1995) nel mare di Carloforte. Lascia una densa produzione romanzesca: Apologo del giudice bandito (Sellerio 1986); Il figlio di Bakunìn (Sellerio 1991); Il quinto passo è l’addio (Mondadori 1995; Il Maestrale 1996). Postumi vengono pubblicati: Passavamo sulla terra leggeri (Mondadori 1996; Il Maestrale 1997) e Bellas mariposas (Sellerio 1996); la raccolta completa delle poesie Versus (Il Maestrale 2008); le prose: Raccontar fole (Sellerio 1999); i racconti: Racconti con colonna sonora (Il Maestrale 2002; 2008); Gli anni della grande peste (Sellerio 2003); I sogni della città bianca (Il Maestrale 2005); la raccolta completa di Scritti giornalistici (Il Maestrale 2005).



top

Recensioni

1 mar 2010 - Stilos | Gianluca Bavagnoli


8 gen 2009 - Il Sardegna | Andrea Tramonte


29 nov 2008 - La Nuova Sardegna | Alessandro Marongiu

top



top